QUANTI PANNELLI SOLARI MI SERVONO PER UNA CASA INDIPENDENTE

QUANTI PANNELLI SOLARI MI SERVONO PER UNA CASA INDIPENDENTE

27 Maggio 2019 Off Di nestor

Analizziamo QUANTI PANNELLI SOLARI HO BISOGNO DI UNA CASA AUTONOMA e conseguire l’indipendenza energetica, una guida completa e semplice da seguire.

Guida completa 2019

Oggi ti mostrerò come rendere la tua  casa autosufficiente in energia  grazie ai  pannelli solari  .

In effetti, vedremo:

1) Come stimare il consumo di elettricità.

2) Se è possibile essere  totalmente o parzialmente autonomi  con pannelli fotovoltaici.

3) Come calcolare il numero di pannelli solari da installare nella tua casa.

4) E, infine, il prezzo di questo tipo di progetto.

 

CAPITOLO 1:

Calcola il tuo fabbisogno di elettricità

Vuoi installare  pannelli solari per autoconsumo   ?

Quindi, il  primo passo  , anche prima di calcolare il numero di pannelli solari che verranno installati, è quello di definire chiaramente il  fabbisogno di energia elettrica  .

Quindi prendi l’ultima bolletta dell’elettricità e cerca la parte relativa al “tuo consumo”.

Troverai facilmente il  numero di kilowattora  (kWh), un’unità che misura il consumo di elettricità, che  consuma durante l’anno  .

Per darvi un’indicazione di consumo, una  famiglia composta da 4 persone  (2 adulti e 2 bambini) in una casa di circa 100 m² e che ha:

  • Un serbatoio di acqua calda elettrico;
  • Riscaldamento elettrico;
  • Un forno e una stufa;
  • E un elettrodomestico standard (lavatrice, lavastoviglie …).

Consuma in media 12.000 kWh all’anno  . Questo rappresenta, in media, una fattura di € 1850.

Hai  costruito la tua casa  o ti  trasferirai  presto e non saprai quale sarà il tuo consumo di elettricità?

È possibile  stimare il consumo futuro  , dispositivo per dispositivo.

Per questo è necessario sapere:

  • La  potenza  del dispositivo;
  • Il  numero di ore  di funzionamento giornaliero;
  • Il  numero di giorni  di utilizzo del dispositivo durante un anno.

Hai tutto? perfetto

Basta moltiplicare questi 3 elementi e dividere il risultato per 1000 per ottenere il consumo di un dispositivo in kWh.

esempio:

Un forno elettrico con una potenza di 2500 W che funziona 3 giorni a settimana per 2 ore durante l’anno consumerà (2500 (W) x 3 (giorni) x 2 (ore) x 52 (settimane)) / 1000 = 780 kWh per anno.

È semplice ma relativamente noioso, te lo darò io.

CAPITOLO 2:

Auto-consumo e autoproduzione.

Quanta elettricità produci?

Ora conosci la quantità di kWh che consumi ogni anno.

Prendi la nostra stima precedente e supponiamo che tu consumi anche   12000 kWh all’anno dalla rete .

Logicamente, dovresti produrre 12.000 kWh per essere autonomo.

Tranne che in effetti … no  .

Perché? Semplicemente perché la sua  produzione  e il  consumo di  energia elettrica  non  sono  simultanei  durante tutto l’anno.

Io spiego

In estate  , è probabile che il consumo di elettricità diminuisca a causa della ridotta necessità di riscaldamento.

E allo stesso tempo, i tuoi pannelli fotovoltaici funzionano a piena velocità.

È  quindi produrre più di quanto consuma  .

In inverno  , al contrario, il suo consumo aumenterà e la sua produzione diminuirà.

Quindi hai  bisogno di più elettricità  per continuare a nutrire la tua casa.

Vediamo che non è sufficiente produrre 12.000 kWh in modo che, in questo esempio, tu sia autonomo.

È necessario  produrre e consumare 12.000 kWh di energia solare  .

Stiamo parlando di ottenere un »   tasso di autoproduzione»  del 100%.

 

Termini ingannevoli

Non è raro incontrare aziende che annunciano che un’installazione di autoconsumo lo renderà indipendente dalla rete.

 

Per sostenere questa affermazione, parlano del tasso di  consumo  e di  se stessi  .

Questi concetti di  consumo   e    possono essere definiti più o meno vaghi per sostenere un discorso fuorviante.

Ora ti daremo una  semplice spiegazione  :

 

① autoconsumo

Il   tasso di autoconsumo   è la parte dell’energia prodotta che   effettivamente consuma  .

Se  produce 7250 kWh  di elettricità fotovoltaica e  consuma 6000 kWh  , allora il suo tasso di consumo è: (6000/7250) * 100 =  82%  .

È molto buono!

Detto questo, il suo consumo totale non può essere 7.250 kWh, ma 12.000 kWh.

 

② Autoproduzione.

Il   tasso di autoproduzione   è  la parte   del consumo di elettricità della tua famiglia   fornita dai suoi pannelli solari  .

Prendi l’esempio sopra:

Si consumano 6000 kWh di elettricità fotovoltaica.

Detto questo, il suo consumo totale di elettricità è di 12.000 kWh.

Pertanto, il suo   tasso di autoproduzione   è (6000/12000) * 100 =   50%  .

In questa configurazione, si   riducono le bollette   dell’elettricità del 50%.

 

conclusione:

I tassi di autoconsumo e autoproduzione sono  fondamentalmente diversi  .

Per  essere autosufficiente  , è necessario raggiungere un  tasso di autoproduzione del 100%.

D’altra parte, un tasso di autoconsumo del 100% è facoltativo.

 

 

CAPITOLO 3:

Totale autonomia:

una sfida complessaL’autonomia  totale  sogna.

Per avviare il tuo contatore elettrico, per produrre e consumare la tua elettricità, per evitare di pagare più conti …

Tuttavia, questa autonomia è ancora particolarmente  difficile da raggiungere  .

Perché?

① Il prezzo di un tale progetto è spesso alto

A seconda del consumo, sarà probabilmente necessario investire in  un’installazione minima di 6 o 9 kWp  .

Ma questo non è ciò che avrà un   forte  impatto sul costo  della totale autonomia.

Il vero problema è legato al  prezzo delle batterie  per i pannelli fotovoltaici.

Infatti, con prezzi tra € 600 e € 1.000 per lo stoccaggio di un kWh, è più che probabile che la batteria necessaria per la sua autonomia totale rappresenti oltre il 50% del conto finale.

 

② L’assenza di aiuti di stato.

Non vuoi collegare l’installazione alla rete ENEDIS?

Non potrai beneficiare  dell’aiuto sull’autoconsumo  , che vedremo in dettaglio più avanti in questa guida, o dalla  vendita dell’eccedenza  a € 0,10 per kWh.

Pertanto, penalizza fortemente la redditività del tuo progetto.

 

Limita le restrizioni legali

Infine, se non si desidera collegare il proprio impianto fotovoltaico alla rete, non è possibile installare  più di 3 kWp  .

Perché? Semplicemente perché la tua installazione sarà necessariamente connessa alla rete  attraverso la tua casa  . Pertanto, sarà  indirettamente connesso  alla rete  in tutti i casi  .

Dov’è il problema? Bene, il tuo  surplus  verrà inviato (gratuitamente) alla rete.

Tuttavia, non è stato rafforzato e rischia di  grigliarlo  .

 

④ Ottimizzazione del consumo e della produzione.

La  piena autonomia  richiede anche seguire costantemente la loro produzione e  stanno adattando il loro consumo  di conseguenza.

Sono diversi giorni di cattive condizioni che riducono temporaneamente la produzione di energia elettrica fotovoltaica?

Dovresti  ridurre il consumo di  conseguenza (tagliare lo scaldabagno, ritardare le lavatrici, ecc.) Per garantire il funzionamento dei dispositivi di cui hai più bisogno: il frigorifero o il wifi per alcuni (s).

 

Non hai scelta, ma totale autonomia perché sei in  un posto isolato   ?

Sei un  sopravvissuto  estremo?

Quindi, è necessario  completare  l’installazione fotovoltaica con  una o più fonti di energia   :

  • Conta tra € 10.000 e € 40.000 per una  singola turbina eolica di buona qualità  , abbastanza potente da completare davvero la tua installazione solare e installare un professionista.

 

  • Equipaggiati con una  turbina idraulica  e usa la corrente di un corso d’acqua per generare un po ‘della tua elettricità.
    Questa soluzione non è molto diffusa e poiché non trovo abbastanza informazioni attendibili, non avrò il coraggio di dargli un prezzo specifico.
    Detto questo, un progetto del genere sembra costare rapidamente  decine di migliaia di euro  .

CAPITOLO 4:

Autonomia parziale:
una soluzione privilegiata

Capirai che non diventiamo autonomamente energeticamente così facilmente.

Per questo motivo, la  maggior parte dei nostri utenti  opta per  una parziale autonomia  grazie ad un  convenzionale impianto di autoconsumo con un surplus di vendite  .

Questo tipo di installazione è particolarmente interessante perché generalmente riduce le bollette elettriche del 20-45  %.

Ma non è tutto, dal momento che puoi anche …

 

① Vendi il tuo surplus a EDF OA

Sì, nell’ambito  delle missioni di servizio pubblico  affidate a EDF dalla legge del 10 febbraio 2000, EDF OA acquista elettricità fotovoltaica dai produttori.

L’  attuale prezzo d’acquisto per kilowattora  (kWh) è attualmente fissato a € 0,10.

Questo prezzo di acquisto rimane  fisso per 20 anni  dalla data della firma del contratto.

La vendita della tua eccedenza di energia elettrica nella rete ti consente di beneficiare di un  reddito aggiuntivo  interessante  che  migliora  ulteriormente  la  redditività del tuo progetto  .

 

② Conserva la tua elettricità

Vuoi assolutamente ridurre la tua dipendenza dalla rete?

 

 

Quindi  scegli una batteria  per  conservare la tua elettricità  .

In questo modo, aumenta il suo tasso di auto-consumo e, quindi, ottiene l’autonomia energetica.

Tieni presente che se la batteria è carica, puoi vendere perfettamente l’elettricità in eccesso rimanente nella rete.

 

③ Goditi il ​​bonus di stato 2019

A luglio 2017, il governo ha annunciato che  14.000 famiglie  consumavano già le proprie energie e che  350.000 singoli produttori hanno rivenduto la loro elettricità direttamente a EDF OA.

Detto questo, siamo ancora lontani dal raggiungere i nostri obiettivi di  energia rinnovabile  .

Questo è il motivo per cui lo stato incoraggia i francesi a fare il passo del fotovoltaico con l’   aiuto dell’autoconsumo  .

Ecco una tabella che riepiloga l’importo del premio per l’autoconsumo nel primo trimestre del 2019:

Per ottenerlo, la tua centrale fotovoltaica deve soddisfare diversi criteri:

  • I tuoi pannelli solari devono:

Essere installato in   parallelo al tetto;
o

  • Essere installato su un   tetto piano;

o

  • Eseguire   funzioni di illuminazione, rivestimento, ombrellone, ringhiera, paralume, pergole o facciata continua  .

e

  • Quindi, è necessario optare per  l’autoconsumo con la vendita dell’eccedenza. Pertanto, l’installazione deve essere connessa alla rete.

E infine

  • L’installazione deve essere eseguita da un  installatore certificato  da   RGE.

Capitolo 5

Dimensionamento:
quanti pannelli solari hai bisogno per la tua casa?

Fatto. Ora conosce il suo  consumo in kWh  e domina gli aspetti principali delle diverse  forme di autoconsumo  .

Ora è il momento di studiare lo studio del suo potenziale per la  generazione di energia solare .

Possiamo rispondere alla domanda che fai:  quanti pannelli solari hai bisogno per la tua casa   ?

Detto questo, dobbiamo prima analizzare le  caratteristiche del tuo tetto  e quello della tua  potenziale installazione solare  .

Caratteristiche del tuo tetto:

Le prestazioni dei pannelli solari variano in base a molteplici fattori:

① Livello del sole a casa tua.

Come previsto, il fattore che influisce maggiormente sulle prestazioni dei pannelli solari è il  livello di luce solare  .

Sì, immagino che sei caduto dall’armadio dopo questa incredibile rivelazione.

Continuiamo lo stesso.

Logicamente, più è soleggiato il suo territorio, migliori sono i suoi pannelli solari.

Ad esempio, un  impianto fotovoltaico da 3 kWp  , installato su un tetto rivolto a sud inclinato di 30 °, non produce la stessa quantità di elettricità in tutta la Francia.

Lione  , un impianto di questo tipo produrrà circa  3900 kWh  il primo anno.

Lille  , continuerà a produrre più di  3200 kWh  .

Tuttavia, come puoi vedere, i rendimenti non raddoppiano quando si confrontano il nord e il sud.

L’installazione di pannelli solari  non  è  riservata ai residenti della Francia meridionale.

 

② Orientamento del tetto.

Con la carriera del Sole, un’installazione di pannelli solari cattura più luce quando è  orientata a sud  .

Per ottimizzare la produzione di energia elettrica fotovoltaica, è consigliabile installarli sul lato sud della vostra casa.

Sebbene  ideale  , questo orientamento non è   detto  obbligatorio  .

In effetti, è molto possibile installare pannelli solari rivolti verso est, sud-est, sud-ovest o ovest e ottenere rendimenti eccellenti.

 

③ Inclinazione del tetto.

Vuoi produrre un massimo di elettricità fotovoltaica?

Pertanto, i pannelli solari dovrebbero idealmente avere  un’inclinazione di 30 a 35 °  .

Tuttavia, come abbiamo detto per l’orientamento del tetto, questo criterio  non  è  decisivo  .

Infatti, un angolo tra 15 e 60 ° è abbastanza fattibile e non genera una diminuzione significativa della produzione, come potete vedere nella seguente tabella:

  ovest sud-ovest a sud sud-est Oriente
0 ° 93% 93% 93% 93% 93%
30 ° 90% 96% 100% 96% 90%
45 ° 84% 92% 96% 92% 84%

 

 

Fattori complementari

Ci sono ancora molti fattori che possono influenzare la generazione di energia fotovoltaica, come il  tipo di installazione  di pannelli solari, la  temperatura  nella tua zona,  gli  effetti del  microclima  , le  ombre  vicine e lontane …

Caratteristiche dei pannelli solari:

Tipi di celle fotovoltaiche.

Tutti i pannelli solari non sono uguali in termini di prestazioni.

Al giorno d’oggi, vengono utilizzate principalmente  due tecnologie  .

Da un lato i pannelli solari ”   monocristallini   ” che offrono le   migliori prestazioni  possibili sul mercato (tra il   16 e il 24%)  . Questo tipo di pannello   ad alte prestazioni   è solitamente un  colore metallizzato grigio-nero uniforme  .

D’altra parte, i pannelli solari »   policristallini» offrono  un’efficienza ridotta tra il 14 e il 18% e non sono uniformi nei colori.

 

Potenza dei pannelli fotovoltaici.

Questo criterio può essere particolarmente importante nel contesto di un’installazione a soffitto con una  superficie bassa  , poiché un pannello solare misura in media  1,60 cm per 1 m  .

Gli  anelli solari convenzionali  producono in genere  circa 250 Wc  per pannello e quindi richiedono una grande area per produrre una notevole quantità di energia elettrica.

pannelli monocristallini di ultima generazione  producono tra  300 e 370 Wc   !

Quindi puoi installare più energia su una piccola superficie!

 

Numero di pannelli o potenza totale?

A seconda delle caratteristiche del tuo tetto, della tua situazione geografica e del tuo budget, è necessario adattare il tipo di materiale che verrà utilizzato.

Pertanto, è impossibile rispondere a priori alla domanda: »   Quanti pannelli solari  dovrei installare in casa mia per essere autonomo (totalmente o parzialmente)   ? »

D’altra parte, è possibile rispondere alla domanda: »   Quale potenza in kWp  dovrei installare a casa mia per raggiungere i miei obiettivi di autonomia   ? »

Basandosi sui dati della  NASA  ,  Météo France  e  National Geographic Institute  , ti permetterà di conoscere istantaneamente la potenza dell’installazione che meglio si adatta ai tuoi consumi e ai risparmi che puoi ottenere.

E se vuoi andare oltre?

Chiedi di essere chiamato per beneficiare dell’esperienza dei nostri agenti di energia solare!

CAPITOLO 6:

Prezzi dei pannelli solari per la casa.

Prezzo di pannelli solari.

Come intermediari solari, negoziamo per i nostri clienti il ​​kWp di pannelli solari installati  tra € 2.600 e € 3.000 TTC  .

Detto questo, alcune peculiarità possono avere un   impatto sul prezzo   di un impianto:

  • Una copertina di lavagna
  • L’altezza della tua casa;
  • La presenza di amianto sul tetto;
  • Tipo di installazione di pannelli solari;
  • Oppure, la distanza tra il tuo contatore elettrico e la tua casa.

In generale, negoziamo, e consigliamo, per un impianto solare a casa su un unico livello, con tessere meccaniche le seguenti tariffe:

Potere dell’installazione. Prezzo TTC
3 kWp € 8.500
6 kWp € 14.000
9 kWp € 18.000

Questi prezzi tengono conto di  TUTTI  : pannelli solari, inverter fotovoltaici, installazione, procedure amministrative, connessione, messa in servizio …

Questi prezzi non tengono conto del premio di autoconsumo.

In effetti, pagherà di meno. Dedica semplicemente l’importo indicato sopra in questa guida!

 

Prezzo delle batterie per i pannelli solari.

Ancora oggi è difficile dare un prezzo medio o massimo suggerito.

Il mercato è relativamente giovane, i costi variano notevolmente in base alla marca, al modello, alle tecnologie e, ovviamente, alla capacità di stoccaggio.

Quindi puoi contare tra:

  • € 80 e € 250 per una batteria al piombo aperta;
  • € 200 e € 400 per una batteria AGM impermeabile;
  • € 250 e € 500 per una batteria al gel;
  • 600 e 1000 € per una batteria al litio.

Detto questo, si consiglia di attendere prima di aggiungere una o più batterie all’installazione del pannello solare.

Perché?

Per uno studio condotto dal Blackrock Investment Institute, si prevede che il prezzo dei kWh immagazzinati nella batteria dovrebbe aumentare  da $ 450  oggi a solo  cento dollari nel 2025  .

Pertanto, ti consigliamo di  sfruttare gli aiuti di stato  prima che scompaia.

Ora sono riservati per l’installazione di pannelli solari per l’autoconsumo con la vendita di eccedenze.

Quindi, puoi  aggiungere una batteria  al tuo impianto fotovoltaico  in pochi anni  .

Ora tocca a te

Pronto! Spero che questa nuova guida ha aiutato a capire i  diversi livelli di autonomia che può  raggiungere con pannelli solari e ora sapete come  per valutare la potenza  (in kWp) è necessario per raggiungere i vostri obiettivi.

Ora vorrei sapere di più su di te:

Prima di leggere questa guida, ti interessava di più l’autonomia totale o parziale?

E ora, quale soluzione pensi sia meglio per te?

Fammi sapere  lasciando un commento  qui sotto e  condividi questa guida  con un amico!