FOTOCELLULE SOLARI

FOTOCELLULE SOLARI

27 Aprile 2019 0 Di nestor

Un dispositivo a stato solido che converte la luce in energia elettrica producendo una tensione, come nelle FOTOCELLULE SOLARI, o utilizza la luce per regolare il flusso di corrente, come in una cella fotoconduttore: viene utilizzato nei sistemi di controllo automatico per porte, illuminazione, eccetera

FOTOCELLULE SOLARI

FOTOCELLULE SOLARI

Le  fotocellule solari  agiscono come sensori di luce. Come i sensori a infrarossi che fanno bene ai follower o per rilevare la presenza di un oggetto, le fotocellule sono buone quando si desidera solo rilevare la luce.

Ad esempio, potresti volere un sensore che rileva quando è accesa una torcia o quando il sole è spento.

Le fotocellule sono utilizzate nelle luci notturne automatiche e nei lampioni illuminati di notte. Talvolta note come fotoresistenze, le fotocellule sono disponibili da varie fonti.

Sembrano un piccolo disco (da 0,5 a 2 pollici) con due fili sul retro.

Come funzionano le fotocellule solari?

Durante il funzionamento, una fotocellula agisce come un resistore sensibile alla luce con un’alta resistenza quando è buio e una bassa resistenza quando è alla luce.

Le proprietà delle fotocellule variano ampiamente da un modello all’altro, quindi potrebbe essere necessario sperimentare molto.

È possibile testare la sensibilità alla luce misurando la resistenza della fotocellula poiché è soggetta a luce e oscurità.

Quando viene utilizzato con un Arduino, la fotocellula è collegata in serie con un resistore fisso in modo che Arduino possa leggere la sua uscita come tensione.

Lo schema seguente mostra il circuito di fotocellula di base, tranne che al posto del pin I / O digitale 1, collegare ad uno dei pin di ingresso analogici, ad esempio il pin analogico 1, come mostrato, su Arduino.

I pin dell’ingresso analogico si trovano sull’altro lato della scheda dei pin I / O digitali

Qual è la differenza tra una cella  solare e una fotocellula?

Fondamentalmente sono gli stessi. Le celle solari sono chiamate celle solari perché sono progettate per raccogliere energia solare.

Le fotocellule sono piccoli dispositivi che vengono utilizzati per scopi diversi dalla raccolta di energia solare quando è necessario misurare l’intensità della luce.

La confusione regna sulle cellule fotoelettriche e sulle celle solari, ma c’è un modo semplice per differenziarle.

Una cella solare produce energia per un circuito elettrico mentre una fotocellula è un interruttore di controllo attivato dalla luce.

Le fotocellule sono stati utilizzati a partire dalla metà del XX secolo in metri di luce, mentre le celle solari sono diventati popolari a partire dal 1990. L’unica caratteristica comune tra i due è che la luce è necessaria per operare.

Un esempio dell’utilizzo di una fotocellula è il controllo delle luci stradali, che si desidera attivare solo quando c’è poca luce naturale.

Celle solari

Le celle solari sono classificate come semiconduttori. Il silicio è mescolato con un’altra sostanza chimica per produrre una carica positiva.

Questo è prodotto in un singolo strato per adattarsi alle dimensioni della singola cella. Un altro strato di silicio è mescolato con una sostanza chimica diversa per creare una carica negativa che diventa lo strato superiore della cellula.

Quando la luce raggiunge la cella, i due strati formano un campo elettrico che consente il flusso di sostanze chimiche nel silicio, producendo energia.

fotocellule

Le fotocellule sono resistori, con diametro non superiore a mezzo pollice. Sono piatte con due cavi sottili di metallo solido che escono dal fondo che sono saldati su un circuito stampato.

Due sottili strisce di sostanze chimiche molto simili alle celle solari sono incorporate nella superficie superiore della cellula.

Quando la luce colpisce, le due strisce si espandono entrando in contatto l’una con l’altra e consentendo alla corrente di passare come un interruttore on / off.