RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

14 Giugno 2019 Off Di nestor
Pavimento radiante: il sistema di riscaldamento più efficiente? Quando viene avviato un nuovo progetto di costruzione o si intende la riabilitazione di un edificio, ci poniamo sempre la stessa domanda: qual è il sistema di riscaldamento più adeguato?
In questo articolo, spiegherò i motivi per cui un sistema di riscaldamento a pavimento radiante è ideale per ottenere un grande comfort e un risparmio energetico. Indico, allo stesso modo, come funziona e quali sono i suoi vantaggi.

RISCALDAMENTO UNDERFL OOR

In gran parte dei bilanci domestici dedicati al riscaldamento, quasi tutti noi cerchiamo di trarre il massimo dai nostri soldi. La buona notizia è che il  riscaldamento a pavimento  potrebbe essere la risposta alle vostre preoccupazioni sul costo dell’energia. È efficiente dal punto di vista energetico e fornisce una fonte di calore più confortevole e coerente.

Molte persone non conoscono questo sistema e altri credono che sia un sistema solo per i bagni o che sia molto costoso da installare, ma il riscaldamento a pavimento   , in effetti, è più accessibile e conveniente di quanto molti credano. È più facile includere il riscaldamento a pavimento durante la costruzione di una casa, ma può anche essere installato in vecchie case.

RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

 

Con gran parte dei budget interni dedicati al riscaldamento, quasi tutti cercano di ottenere il massimo dai nostri soldi.

La buona notizia è che il riscaldamento a pavimento potrebbe essere la risposta alle vostre preoccupazioni sul costo dell’energia. È efficiente dal punto di vista energetico e fornisce una fonte di calore più confortevole e coerente.

Molte persone non conoscono questo sistema e altri credono che sia un sistema solo per i bagni o che sia molto costoso da installare, ma il riscaldamento a pavimento, in effetti, è più accessibile e conveniente di quanto molti credano. È più facile includere il riscaldamento a pavimento durante la costruzione di una casa, ma può anche essere installato in vecchie case.

Cos’è il riscaldamento a pavimento?

A differenza del riscaldamento con  aria calda forzata  in cui il calore entra in una stanza attraverso prese o prese d’aria, il riscaldamento a pavimento si irradia dal pavimento stesso.

(A volte, il riscaldamento radiante viene posizionato sui pannelli a parete o anche sui soffitti, ma è più comunemente usato sui pavimenti). Il terreno si riscalda e poi il calore aumenta. In altre parole, il calore va esattamente dove sei, iniziando dalla parte del pavimento e alzando il calore al soffitto.

Come funziona il calore del pavimento radiante?

In numerose occasioni, abbiamo sentito quanto segue: “in inverno piedi caldi e testa fredda”. Bene, semplicemente con questa frase, si può capire che il riscaldamento a pavimento è un segno di comfort, poiché la  temperatura dell’aria all’altezza dei piedi è leggermente superiore alla temperatura dell’aria all’altezza della testa  . 

La spiegazione di come funziona è molto semplice. È costituito da una rete di tubi reticolati in polietilene o polibutilene, installati sotto la pavimentazione e uno strato di malta autolivellante, attraverso il quale circola acqua calda a una temperatura compresa tra  30ºC e 45ºC  .

I sistemi di riscaldamento  sotto il pavimento  dipendono dal calore radiante anziché dal calore di convezione. Il calore viene fornito direttamente dalla superficie calda attraverso la radiazione infrarossa. 

 

 

RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

Nei sistemi di riscaldamento a pavimento radiante, il calore si trova nelle bobine che si trovano sotto il pavimento.

Il calore passa attraverso le bobine (attraverso l’elettricità o l’acqua calda) e poi riscalda il terreno direttamente sopra di esso.

Al contrario, il riscaldamento ad aria calda forzata funziona in modo più casuale e, quindi, meno efficiente in termini di energia. I contro del riscaldamento ad aria calda forzata sono i seguenti:

  • L’   aria calda forzata funziona fondamentalmente in quello che è noto come  effetto yo-yo  . Ciò accade quando l’aria calda entra casualmente in una stanza, creando un breve riscaldamento che si raffredda rapidamente. 
    Ciò a sua volta crea un ciclo di riscaldamento yo-yo che influenza l’impostazione del termostato in cui viene acceso e spento spesso per regolare la temperatura. Oltre a fornire meno calore costante, è un comportamento, meno efficiente dal punto di vista energetico.
  • L’   aria calda con riscaldamento forzato ha anche il cosiddetto  calore parassita  . Il calore scorre attraverso una serie di condotti per raggiungere il riscaldamento o lo sfiato del battiscopa nella stanza in cui si sta riscaldando. 
    Tutti questi condotti e tubi possono sviluppare piccole aperture o perdite dove il calore può essere perso e non raggiungere correttamente la stanza desiderata. Ciò significa che il tuo sistema sta pompando più energia di quella necessaria per raggiungere il livello di calore desiderato nel tuo termostato.
  • La   stratificazione  è un altro problema del riscaldamento ad aria forzata. Quando l’aria viene pompata attraverso le feritoie casualmente nel soffitto (dove la maggior parte di esso rimane) o attraverso le aperture sul pavimento, sorge al soffitto rapidamente. 
    Di conseguenza, la parte superiore della stanza (dove nessuno trascorre il tempo) è più calda, a volte fino a 10 gradi più calda, rispetto allo spazio abitativo corrente che intendi riscaldare. A causa di ciò, il termostato continua a salire nella parte della stanza dove passa il tempo.

Quali sono i tipi di sistemi radianti a pavimento termico?

RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

Il pavimento radiante è, come suggerisce il nome, sul pavimento. Tuttavia, ci sono differenze nei tipi di sistemi di riscaldamento a pavimento radiante. Questo è ciò che devi sapere sui due tipi più comuni.

  • Riscaldamento a pavimento idronico:   è il tipo più popolare ed economico di pavimenti termici radianti. Nei sistemi di riscaldamento a pavimento idronici, l’acqua riscaldata viene pompata da una caldaia attraverso un tubo che è posto in un modello sotto il pavimento. 
    Alcuni sistemi controllano il flusso di acqua calda attraverso la tubazione attraverso l’uso di valvole o pompe di zonazione. I termostati regolano la temperatura ambiente.
  • Riscaldamento a pavimento elettrico: riscaldamento a pavimento   sistemi : come fili elettrici esta avete che sono integrati nel contro-piano. Di solito, questi sono posti in un modello su un tipo di tappeto di plastica sotto il pavimento che conduce l’elettricità. 
    Questo tipo di piano di calore radiante è spesso usato per le aggiunte, Fin dalla sua dipendenza da energia elettrica può fare uso su larga scala costi proibitivi a meno che il servizio di energia elettrica (che è la società che gestisce l’approvvigionamento di vostra energia elettrica) offre la possibilità di utilizzare tariffe flat o tariffe .

In questo scenario, è possibile riscaldare la casa durante le ore di bassa attività (spesso dalle 21:00 alle 6:00). Il pavimento immagazzinerà il calore durante la maggior parte della giornata, e in questo modo sarà necessario utilizzare l’elettricità durante il giorno. 

Questo costo potenziale è uno dei motivi per cui il riscaldamento a pavimento elettrico si trova spesso in spazi più piccoli, come i bagni.

Pro e contro dei sistemi di riscaldamento a pavimento

RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

Vantaggi del riscaldamento a pavimento:

  • Il sistema è nascosto nel terreno. Non ci sono radiatori o prese d’aria visibili.
  • I sistemi di riscaldamento a pavimento sono per lo più silenziosi. Il sistema viene attivato senza il rumore associato con sistemi ad aria calda forzata.
  • Il riscaldamento radiante riduce gli allergeni. Non c’è aria calda forzata, il che significa che la polvere o altre particelle nell’aria che possono essere nascoste nei condotti di riscaldamento non devono soffiare.
  • Il calore è più continuo e uniforme. Poiché il calore non viene portato via dalle esplosioni, la fonte di calore è costante, il che crea un ambiente più confortevole in generale.
  • Efficienza energetica del calore radiante. Grazie al modo in cui il calore viene trasferito in una stanza, gli studi suggeriscono che questo tipo di pavimento è potenzialmente più efficiente del 30% di energia rispetto ai sistemi di riscaldamento ad aria calda forzati.

Contro di riscaldamento a pavimento:

  • Costo del riscaldamento a pavimento:  l’opzione più vantaggiosa è installarla dall’inizio, cioè se si sta costruendo una casa o aggiungendo un’area che richiederà il riscaldamento. 
    Per apportare modifiche a una struttura già costruita, è possibile installare il riscaldamento a pavimento in punti in cui i tubi possono essere collegati al fondo di un sottofondo del primo piano. Se è possibile accedere al pavimento da una base o da un vespaio, i tubi potrebbero essere installati in questo modo.
  • Il riscaldamento a pavimento idronico  costa di più rispetto al riscaldamento ad aria calda forzata o ai radiatori a battiscopa, ma i risparmi reali si ottengono nell’impostazione più bassa del termostato e nella massima efficienza in cui opera il sistema. 
    Il rimodellamento di un sistema di riscaldamento a pavimento idronico è più complicato a causa delle esigenze dei tubi, ma potrebbe essere possibile a seconda dell’accesso al sottosuolo.
  • I sistemi di riscaldamento a pavimento radiante possono richiedere del tempo per riscaldare completamente l’area. Questo potrebbe essere un problema nei momenti in cui l’ondata di freddo è molto esagerata. Tuttavia, questo può essere compensato mantenendo il termostato a un livello costante giorno e notte in modo che il sistema rimanga stabile.

RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

Queste sarebbero le basi sull’efficienza dell’energia termica radiante e su come l’installazione di pavimenti termici radianti può aiutarti a risparmiare energia nella tua casa.

Come è installato un sistema a pavimento radiante?

L’installazione di un sistema di riscaldamento a pavimento è molto semplice perché

  • Vengono utilizzati elementi prefabbricati
  • Sugli elementi prefabbricati sono disposti i tubi
  • I tubi sono installati sotto forma di bobina, doppia bobina o spirale
  • Attraverso i tubi circoliamo acqua calda da un sistema di generazione di calore.

Di seguito elenchiamo i principali elementi da installare in questo efficiente sistema di riscaldamento:

Scatole di raccolta del pavimento radiante:

Sono i collettori da cui partono i circuiti radianti del pavimento, e sono solitamente incorporati nel muro.

 

RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

 Banda perimetrale a pavimento socolare / radiante:

È una fascia di schiuma di polietilene la cui missione principale è

  • Assorbire le dilatazioni prodotte dalla malta cementizia posta sui tubi dell’emettitore, a causa del suo riscaldamento / raffreddamento. Allo stesso modo, genera un isolamento laterale del sistema.

È fissato alle pareti di tutte le aree da riscaldare, dal piano terra al livello superiore del pavimento

RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

Film in polietilene a pavimento radiante:

Si tratta di una barriera antiumidità tra il piano di base e la superficie di emissione del pavimento radiante posta sopra di esso, in modo tale da evitare l’aumento della capillarità dell’umidità.
Di solito è installato quando c’è il rischio di umidità nel pavimento / lastra. Può venire incorporato nel pannello isolante.
RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

Pannello isolante per pavimento radiante: 

L’isolamento termico del sistema. È essenziale in qualsiasi impianto di riscaldamento a pavimento radiante. A tale scopo vengono utilizzati pannelli isolanti su cui sono installati i tubi.
Questi pannelli possono essere stampati, trattenendo i circuiti e facilitando la loro posa con la distanza tra i tubi prevista.
 RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

Tubi radianti del pavimento: 

Per eseguire la posa dei circuiti dai collettori,  vengono utilizzati tubi di plastica con  barriera di diffusione dell’ossigeno .
Sono solitamente tubi in polietilene o polibutilene, speciali per questo sistema di riscaldamento.
RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

Malta cementizia riscaldamento a pavimento: 

Una volta installati i circuiti, per la malta cementizia su tutta la superficie di riscaldamento.
Lo spessore consigliato è di 5 cm misurato dalla generatrice superiore del tubo.
È molto importante  aggiungere un additivo  all’acqua di miscelazione della miscela di malta, al fine di ottenere un contatto corretto con le tubazioni di emissione, evitando inclusioni di aria, che aumenterebbero la resistenza termica del sistema.
RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

 Perché il pavimento radiante è un sistema efficiente?

Vediamo in modo schematico quali sono le ragioni per cui un sistema di riscaldamento a pavimento è il sistema più efficiente, sia dal punto di vista economico che di comfort:

 

  • Impiega una  temperatura di scarico dell’acqua molto bassa (30-45 ° C  ) rispetto ai sistemi di radiatori tradizionali (70-75 ° C).
  • Poiché si tratta di un sistema a bassa temperatura,  si ottengono notevoli risparmi combinandolo con sistemi efficienti di generazione di calore  come le caldaie aerotermiche, geotermiche, a bassa temperatura o a condensazione e l’energia solare termica.
  • Con un sistema a pompa di calore, può essere usato come un pavimento rinfrescante in estate.
  • Minori perdite nei tubi quando si lavora con temperature più vicine alla temperatura ambiente.
  • Rispetto per l’ambiente, grazie al suo basso livello.
  • Sistema che offre grande comfort agli utenti, eliminando completamente l’inconveniente causato da altri sistemi di climatizzazione (correnti d’aria, stratificazione, secchezza, ecc.)

 

Qual è il prezzo di un’installazione a pavimento radiante?

Il prezzo di un impianto di riscaldamento a pavimento è di 63 euro / m2 (approssimativo). In esso, includerebbe:

  • Banda di polietilene (PE) espanso di 200 × 10 mm.
  • Pannello di aggetti rigidi polistirolo (XPS) e polietilene termoformato (PE) rivestimento, impatto acustico isolante, 1350 × 750 millimetri e spessore 43 mm, passaggio tubi multipli di 7,5 cm, valido per 16 tubo con un diametro di 20 mm, con una sovrapposizione tra piastre per evitare ponti termici e perdite di malta.
  • Tubo in polietilene reticolato (PE-Xa) con barriera d’ossigeno e strato di protezione in polietilene modificato (PE), diametro esterno 20 mm e spessore 2 mm.
  • Malta autolivellante CT – C15 – F3 secondo UNE-EN 13813, a base di cemento, per spessori da 4 a 10 cm, utilizzata nei pavimenti di livellamento.
  • Lavoro e macchinari.

 Cosa dovremmo considerare in un’installazione a pavimento radiante?

Come abbiamo visto prima, il sistema di riscaldamento a pavimento è uno dei migliori sistemi di riscaldamento sul mercato, ma è opportuno tenere conto di alcune considerazioni:

  • In combinazione con sistemi di riscaldamento efficienti, richiede un investimento iniziale medio-alto, rispetto ad altri sistemi di riscaldamento (come i radiatori), ma con rendimenti degli investimenti a breve termine.
  • È un sistema adeguato per lavorare continuamente, e quindi, in edifici con un’alta occupazione oraria, poiché sono sistemi con  un’inerzia termica elevata  , cioè non è conveniente in luoghi in cui è previsto lo spegnimento e la caldaia ogni giorno
  • Ha bisogno di un’altezza di sollevamento di 10-12 cm, quindi non è possibile installarlo in tutti i casi. Per questo, è necessario effettuare uno studio preliminare per il suo adattamento, sia nelle nuove costruzioni che nella riabilitazione.