TIPI DI DISPOSITIVI PER LO STOCCAGGIO DELL’ELETTRICITÀ SOLARE

TIPI DI DISPOSITIVI PER LO STOCCAGGIO DELL’ELETTRICITÀ SOLARE

16 Ottobre 2019 0 Di nestor

Oggi impareremo un po ‘di più su quali concetti dovremmo chiarire prima di acquistare acquistare batterie solari utilizzate in  progetti fotovoltaici isolati

Cos’è una batteria per pannelli solari?

Gli accumulatori o le batterie sono responsabili delle  seguenti funzioni  nei sistemi fotovoltaici:

  • Fornire al sistema fotovoltaico una  fonte di alimentazione indipendente e di backup , in misura maggiore o minore, dalle condizioni di radiazione solare esistenti.
  • Fornire al sistema  un’autonomia del servizio  elettrico durante periodi di inattività più o meno prolungati dei moduli fotovoltaici, sfruttando l’energia immagazzinata durante i momenti della loro generazione elettrica.
  • Impostare una tensione di riferimento che stabilisca un punto di lavoro ottimale sui pannelli fotovoltaici  , pur mantenendo condizioni di stabilità nella tensione del sistema accettabili per gli elementi di consumo.
  • Fornire al sistema una certa  capacità di punti di intensità  superiore a quella nominale, evitando così la limitazione che i moduli fotovoltaici hanno in questo senso, la cui intensità massima (cortocircuito) è solo leggermente superiore a quella del lavoro.

Grazie all’ampliamento del mercato dell’energia solare fotovoltaica, gli utenti possono disporre di una vasta gamma di accumulatori solari che si adattano alle esigenze di ogni tipo di installazione.

All’interno di questa varietà, troviamo 5 tipi di batterie come le più comuni: monoblocco, AGM, stazionario, elettrolita gelificato e litio.

Esistono quattro  tipi di batterie solari  utilizzate in relazione allo stoccaggio di elettricità dai sistemi di energia solare.

TIPI DI DISPOSITIVI PER LO STOCCAGGIO DELL’ELETTRICITÀ SOLARE

Di seguito è riportato un riepilogo delle varie tecnologie attualmente disponibili in commercio e collegamenti a informazioni aggiuntive su ciascun tipo.

1) acido al piombo 

TIPI DI DISPOSITIVI PER LO STOCCAGGIO DELL'ELETTRICITÀ SOLARE

 

Forse annoiato. Brutto e voluminoso sicuramente. Ma anche affidabile, provato e testato.

Le batterie al piombo acido hanno portato gli australiani fuori dalla rete per decenni.

Ma vengono rapidamente oscurati da altre tecnologie con garanzie più lunghe e prezzi più bassi man mano che lo stoccaggio della batteria solare diventa più popolare.

2) Ioni di litio

TIPI DI DISPOSITIVI PER LO STOCCAGGIO DELL'ELETTRICITÀ SOLARE

 

Le batterie agli ioni di litio si stanno evolvendo a passi da gigante mentre l’industria automobilistica elettrica guida il suo sviluppo.

Guidati dal vivace Tesla Powerwall commercializzato, le batterie agli ioni di litio cercano di diventare l’opzione più popolare per conservare la batteria solare nella rete elettrica nell’immediato futuro.

3) Flusso

TIPI DI DISPOSITIVI PER LO STOCCAGGIO DELL'ELETTRICITÀ SOLARE

 

Le batterie a flusso sono un ingresso relativamente nuovo nel mercato dello stoccaggio delle batterie (sebbene la loro tecnologia sia in circolazione da molti anni).

Sono chiamate batterie di flusso perché hanno una soluzione a base di acqua di bromuro di zinco che scorre dentro di loro.

Al momento, solo poche aziende stanno producendo batterie di flusso per il mercato residenziale, la più importante delle quali è Redflow, un’azienda australiana di batterie a flusso che esternalizza la produzione di batterie in Thailandia (ex Nord America). ZCell è la batteria a flusso più piccolo sul mercato.

4) cloruro di nichel sodio 

TIPI DI DISPOSITIVI PER LO STOCCAGGIO DELL'ELETTRICITÀ SOLARE

 

La tecnologia al cloruro di nichel di sodio è un altro concorrente della tecnologia di conservazione degli ioni di litio dominante.

In Australia, GridEdge sta producendo la sua batteria Quantum che, come Aquion (una batteria ad acqua salata), offre una vasta gamma di vantaggi ambientali e di sicurezza grazie alla sua esclusiva chimica della batteria.

 

Ognuno di questi  tipi di batterie solari  ha i suoi vantaggi e svantaggi per l’uso in sistemi solari fotovoltaici.