TIPI DI BATTERIE SOLARI : GEL – AGM – ACIDO DI PIOMBO.

TIPI DI BATTERIE SOLARI : GEL – AGM – ACIDO DI PIOMBO.

5 Maggio 2019 0 Di nestor

Nel mercato del fotovoltaico ci sono diversi tipi di batterie solari, in questo articolo si può imparare un po ‘di più sui tipi di batterie solari.

TIPI DI BATTERIE SOLARI

TIPI DI BATTERIE SOLARI

Se stai pensando a un sistema fotovoltaico al di fuori della rete, allora dovresti pensare a un banco di batterie, ma che tipo di batteria solare scegliere? Di quante batterie ho bisogno?

Vuoi essere più autonomo prima della rete elettrica?

Una batteria solare che immagazzina l’elettricità prodotta dai tuoi pannelli solari fotovoltaici è un buon modo per raggiungerla. Ma a questo punto di solito facciamo le seguenti domande: Che tipo di batteria scegliere? Quale voltaggio e capacità di archiviazione? È essenziale aggiungere una batteria ai miei pannelli solari?

In questo articolo cercheremo di rispondere a queste domande … Continua a leggere, ti diremo tutto.

L’energia fotovoltaica converte le radiazioni solari in elettricità. Dal momento che non è l’utente che decide quando produrre l’energia, dobbiamo essere in grado di immagazzinare l’elettricità per usarla al momento giusto.

Per questo usiamo  batterie solari . Segui i consigli di placasolares.pro e scegli la batteria più adatta alla tua installazione.

Fotovoltaico fotovoltaico con o senza stoccaggio.

Vuoi produrre la tua elettricità ed essere meno dipendente dalla rete? Ora hai la libertà di produrre e consumare la tua elettricità.

Nello specifico, i pannelli fotovoltaici producono elettricità grazie alle radiazioni solari e quindi alimentano direttamente la casa.

Senza una batteria, l’  autoconsumo fotovoltaico  generalmente consente di raggiungere un intervallo tra il 20% e il 45%.

Come è possibile fare tali risparmi mentre si lavora durante il giorno?

È molto semplice, basta cambiare le abitudini di consumo solo attivando un numero massimo di dispositivi durante il giorno (scaldabagno, lavatrice, forno …).

Sì, è facile risparmiare fino al 45% sulla bolletta elettrica con un  kit fotovoltaico autoalimentato  senza batteria.

Ma è possibile fare ancora più risparmi.

Probabilmente sai che è possibile che produci più elettricità in un momento della giornata di quello che consumi. In effetti, circa 13 ore e con il bel tempo, non è raro che la produzione sia più importante del fabbisogno energetico domestico.

Memorizza questa elettricità grazie a una batteria. Aumenta il tuo tasso di autoconsumo e ottieni l’autonomia energetica.

Essere meno dipendenti dalla rete

Una batteria collegata ai  pannelli solari  consente di conservare l’eccedenza per un uso successivo (durante la notte o in giornate meno soleggiate).

Evitare tagli

Un altro vantaggio dei sistemi fotovoltaici che funzionano con le batterie è che non sono più interessati dalle interruzioni di corrente a causa di un problema nella rete.

Per questo, tuttavia, è necessario che la batteria sia dotata di un sistema di gestione dell’energia (EMS). Un EMS è un insieme di strumenti digitali per monitorare, controllare e ottimizzare le prestazioni della rete elettrica, garantendo il suo corretto funzionamento.

Le batterie dotate di un EMS e dei suoi pannelli solari assicurano in tal modo l’approvvigionamento della vostra casa con l’elettricità verde in ogni circostanza.

Tieni presente che un caminetto dotato di un sistema di autoconsumo senza un sistema di batterie non può continuare a sfruttare la sua produzione in caso di interruzione di corrente.

Perché?

In caso di problemi nella rete di distribuzione elettrica, l’amministratore (FESR) invierà una spinta. Questo serve a impedire che i tecnici dell’amministratore di rete vengano fulminati durante il loro intervento. Problema: si romperà anche il tuo impianto fotovoltaico!

Una soluzione per siti isolati.

I siti isolati sono case o altri che non sono collegati alla rete pubblica di distribuzione elettrica.

Perché?

Perché è troppo costoso, o tecnicamente troppo complesso, per estendere la rete.

Tuttavia, questi siti hanno anche bisogno di accedere all’elettricità, quindi come raggiungerlo?

L’installazione di un  kit di pannelli solari  insieme a una o più batterie può essere una soluzione efficace per garantire la fornitura di energia elettrica per tutto l’anno.

Infatti, se adattare il tuo consumo, alla stazione di energia solare e le batterie sono state ben dimensionate, dovresti essere in grado di essere autonomo in estate.

In inverno, dovrai scegliere un sistema di riscaldamento complementare (acqua calda sanitaria e domestica) come una stufa a legna, una stufa a gasolio o pellet e / o un generatore.

Scegli una batteria per i tuoi pannelli solari?

È importante sapere come scegliere il tipo di batteria per un impianto fotovoltaico.

Esistono  diversi modelli di batterie  che possono immagazzinare energia verde, ognuno con i suoi vantaggi e svantaggi.

Ecco i diversi modelli di batterie sul mercato:

Batterie al piombo acido.

  • Le batterie al piombo sono costituite da più celle singole, ciascuna con una tensione di 2V.
  • Le batterie al piombo-acido aperte sono robuste ma richiedono una manutenzione regolare.
  • Inoltre, non sono impermeabili e devono essere installati in un luogo ventilato.
  • Infatti, quando una batteria a piombo aperto viene caricata, rilascia ossigeno e idrogeno, quindi l’obbligo di posizionarlo in un luogo ventilato.
  • Fai attenzione a non lasciarlo all’aperto, perché in caso di freddo estremo, è molto sensibile al freddo e può congelare.
  • A seconda del suo utilizzo (in particolare della sua scarica), una batteria a piombo aperto può superare i 10 anni.
  • Infatti, una batteria che viene scaricata all’80% avrà una durata inferiore a quella scaricata al 20%.

Sono ideali per usi irregolari, ad esempio nelle seconde case.

Batterie AGM.

  • Le batterie AGM sono anche batterie al piombo, ma non richiedono manutenzione.
  • Sono impermeabili e più sicuri rispetto alle batterie al piombo aperte.
  • Infatti, non emettono calore durante i cicli di carico o scarico.

Tuttavia, hanno un numero relativamente basso di “ciclismo” e una durata di vita di circa 10 anni. A cosa si riferisce questa nozione di “ciclismo”? Semplicemente, per la vita delle batterie. Maggiore è il numero di cicli, maggiore è la durata della batteria.

Le batterie AGM possono essere utilizzate per l’uso quotidiano.

Batterie GEL.

  • Le batterie al gel sono un’evoluzione delle batterie al piombo acido di fascia alta.
  • Sono resistenti e non richiedono manutenzione.
  • Sono molto apprezzati per la loro scarica profonda e la loro vita utile in alta ciclabilità (da 600 a 1600).
  • Tuttavia, queste batterie sono sensibili a carichi eccessivi.

Sono ideali per cicli ripetitivi, nell’uso quotidiano.

Batterie agli ioni di litio.

  • Ultima tecnologia fino ad oggi, batterie al litio.
  • Il mercato di queste batterie si sta espandendo.
  • E questo non è solo dovuto allo sviluppo dell’autoconsumo solare, come potete immaginare.
  • Scooter, biciclette, smartphone e, naturalmente, auto, batterie al litio sono ovunque.
  • Non è un caso che abbiano fatto incredibili progressi negli ultimi anni.
  • Molto ricercato per le sue elevate prestazioni, le batterie al litio hanno una carica e un’efficienza di scarica superiore al 90%.

L’efficienza energetica della batteria agli ioni di litio è leggermente inferiore al 100% a causa delle perdite di energia dovute all’effetto Joule (riscaldamento della batteria durante la ricarica). In termini di prestazioni, le batterie agli ioni di litio sono quelle che attualmente possono immagazzinare più energia per unità di massa (Wh / kg) o per unità di volume (Wh / l).

Le batterie agli ioni di litio (Li) possono raggiungere anche un numero elevato di cicli. Tuttavia, sono relativamente sensibili alle scariche profonde. Di fatto, rimangono efficienti più a lungo quando sono sottoposti a una scarica parziale anziché a un ciclo di scarica / ricarica completo. Per ottimizzare la tua vita, ci sono regolatori che ottimizzano la carica delle batterie.

Conosciuto anche come  Battery Management System (BMS) , un controller è un sistema elettronico che ottimizza il controllo e la ricarica delle celle della batteria.

In altre parole, il regolatore protegge le batterie da scariche profonde e carichi eccessivi. Un altro vantaggio è che non richiedono manutenzione e hanno una durata maggiore rispetto ad altri sistemi di stoccaggio.

Infine, il suo equilibrio ecologico è anche molto migliore rispetto alle batterie al piombo.

Il livello di riciclaggio di queste batterie è attualmente vicino al 70%. Molti investimenti vengono fatti ogni anno per migliorare il processo di riciclaggio.

Puoi trovare queste batterie nel nostro negozio:  batterie solari.

Come dimensionare correttamente la batteria?

Quando si desidera equipaggiare l’installazione della batteria, devono essere presi in considerazione diversi elementi.

In primo luogo, è necessario comprendere i concetti di carico e scarico, tensione e capacità di archiviazione.

Perché?

Il sovraccarico o il sovraccarico danneggia la batteria, anche per ridurne la durata.

Quando si dimensiona la panca, quindi, è importante pensare alla massima profondità di scarica. Poiché la capacità di una batteria varia tra il 30% e l’80% della scarica, è obbligatorio fornire un “margine” quando si dimensiona.

Principali caratteristiche tecniche

Dotare i pannelli solari di una batteria può essere relativamente complesso.

Se non vuoi assumere un professionista, ti consigliamo di prestare particolare attenzione a 2 caratteristiche tecniche:

La tensione di archiviazione. Vuoi investire in una batteria che sarà alimentata da pannelli solari ma non sai quale voltaggio scegliere tra 12, 24, 48 V? È importante tenere in considerazione l’energia fotovoltaica installata.

Perché?

Semplicemente perché più alto è il consumo di elettricità, maggiore è la tensione.

Queste sono le tensioni che raccomandiamo in base alla potenza dell’installazione:

  • Al di sotto di 800 Wc, è necessaria una batteria da 12 V;
  • Da 800 a 1600 Wc, è necessaria una batteria da 24 V;
  • Più di 1600 Wc, è necessaria una batteria da 48V.

Il corretto dimensionamento dell’impianto fotovoltaico e la capacità di stoccaggio della batteria.

Per dimensionare correttamente la batteria del pannello solare, per prima cosa assicurati di generare abbastanza energia in eccesso per riempirla rapidamente. Produci abbastanza surplus? Molto bene Ora è necessario scegliere la capacità di memoria appropriata in ore amp o watt.

Infatti, la capacità di memorizzazione di una batteria è espressa in ore ampere (Ah). L’amperaggio varia da 8 Ah a 220 Ah a seconda del modello.

Quando la tensione della batteria viene moltiplicata per questi amplificatori all’ora, si ottiene una quantità di energia in Wattora (Wh).

Infine, tieni presente che più desideri essere indipendente, maggiore è la capacità della tua batteria solare.

Quanto costa una batteria solare?

È ancora difficile dirti un prezzo  medio o massimo consigliato . In realtà, i costi variano notevolmente a seconda della marca, del modello e, ovviamente, della capacità di archiviazione.

Per darvi un’idea, ecco le gamme dei prezzi delle batterie sul mercato per 1kWh.

È necessario avere tra:

  • € 80 e € 250 per una batteria al piombo-acido aperta.
  • € 200 e € 400 per una batteria AGM impermeabile.
  • € 250 e € 500 per una batteria al gel.
  • 600 e 1000 € per una batteria al litio.

Quali sono le batterie del futuro?

Le  batterie al litio  sono ancora in fase di sviluppo, ma ancora e altre tecnologie pulite sperimentale:

Il potere del gas

Il Power-to-Gas viene utilizzato per immagazzinare l’elettricità in eccesso prodotta dalle energie rinnovabili sotto forma di idrogeno o metano mediante elettrolisi dell’acqua. Si parla molto di questa tecnologia perché consente di compensare la produzione intermittente di fonti di energia rinnovabile immagazzinando la sua produzione sotto forma di gas.

Nel 2016, ci sono stati non meno di 50 progetti in tutto il mondo, di cui due in Francia: GRHYD a Dunkerque e Jupiter 1000 a Fos-sur-mer.

Batterie di sale

Sì, hai letto correttamente.

Nel 2015, un gruppo di ricercatori del CNRS e del CEA ha presentato un  prototipo di batteria agli ioni di sodio . Il primo vantaggio di questa batteria è la sostituzione del litio con il sodio, un elemento molto abbondante sulla Terra. Quindi, ha una  lunga durata con i suoi 2000 cicli di carica e scarica  e offre caratteristiche paragonabili a quelle della tecnologia al litio.

Infine, potrebbe essere prodotto in modo massiccio e ad un costo molto basso.

Batterie al rabarbaro

L’ADEME (Agenzia per l’ambiente e il master dell’energia) supporta anche altre indagini più o meno sorprendenti. Infatti, domani si possono utilizzare sali minerali ottenuti da residui di frutta come il rabarbaro per ottenere una materia prima meno inquinante. Stiamo parlando di batterie a flusso organico o “Quinones-Redox Flow”.

Spero che questa nuova guida ti abbia aiutato a comprendere meglio il ruolo delle  batterie nell’installazione di pannelli solari fotovoltaici.